Questo sito utilizza cookies per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando Accetta se ne consente l'utilizzo. Leggi L'informativa Cookies
 
News

 

IX - 20 marzo 2020

Indicazioni per l'igiene di spazi pubblici, interno abitazioni, spazi condominiali.

clicca qui per vedere il testo dell'ordinanza

§§§

VIII - 20 marzo 2020

Sempre in tema di emergenza sanitaria si allega il messaggio del Presidente della Regione Autonoma FVG Massimiliano Fedriga 

clicca su video per vedere il comunicato del pres. della regione FVG  video

 

§§§

VII - 20 marzo 2020

Testo dell'ordinanza contingibile ed urgente del Presidente della Regione Autonoma FVG Massimiliano Fedriga

clicca sul seguente link <ordinanza>

§§§

VI - 16  marzo 2020

C O M U N I C A T O

L’UPPI, Unione Piccoli Proprietari Immobiliari della Provincia di Pordenone comunica, a seguito dell’emergenza sanitaria conseguente al COVID-19:
1) a decorrere dal 16.03.2020 è sospesa l’attività di consulenze e di attestazione dei contratti di locazione che era svolta presso il proprio ufficio negli orari di apertura;
2) l’attività verrà ripresa non appena cesserà lo stato di emergenza ed a seguito delle direttive governative;
3) tutti gli appuntamenti già fissati per le attestazioni dei contratti di locazione sono rinviati a data da definirsi;
4) ogni richiesta di informazione potrà essere inviata, via mail, all’indirizzo uppipn@libero.it. Nei limiti del possibile si cercherà di dare evasione alle stesse. Si pregano i richiedenti di rilasciare il proprio nome e cognome, la dichiarazione di essere o meno iscritti all’associazione, il proprio riferimento telefonico per eventuali contatti più urgenti fermo restando che si cercherà di dare evasione sempre a mezzo mail;
5) al fine di agevolare le richieste di attestazione, esclusivamente per le agenzie o professionisti che necessitino di almeno 5 attestazioni contemporanee, si fisseranno appuntamenti ad hoc, che si svolgeranno con seguenti modalità:
• fissazione dell’appuntamento a mezzo mail;
• trasmissione della documentazione a mezzo mail ad evitare la consegna cartacea;
• accesso alla sede nel rispetto di tutte le regole indicate: distanza di sicurezza, mascherina, igienizzazione delle mani (presso l’ufficio vi è un supporto igienizzante), utilizzo di guanti usa e getta, esclusione di accesso a persone che manifestino sintomi indicativi dell’infezione … nonché ogni utile, ulteriore ed opportuno accorgimento atto ad escludere la trasmissione del virus;
• per quanto riguarda il rilascio delle attestazioni di conformità dei contratti di locazione si precisa che, secondo consolidato orientamento, le stesse non devono essere contestuali o antecedenti alla stipula del contratto, possono essere anche successive atteso che sono inerenti al potere di controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate e che, pertanto, vano esibite se richieste. L’importante è che vi sia la corrispondenza nel valore del canone e nel contenuto del contratto (ci si riporta alle indicazioni reperibili nel ns. sito).

Ci scusiamo per quanto sopra, tuttavia si tratta di precauzioni opportune nell’interesse di tutti.
Per le persone che non abbiano l’utilizzo di sistemi informatici, ogni eventuale richiesta potrà essere registrata nella segreteria telefonica al n. 0434 520004. Si prega di lasciare il proprio nome ed il proprio recapito telefonico. Nel limite del possibile si provvederà a dare riscontro alla richiesta.
Ogni opportuna informazione verrà data tramite il ns. sito.
Cogliamo l’occasione per inviare a tutti i ns. Associati i più cordiali saluti nella certezza che, rispettando le disposizioni data dalla autorità governativa, il presente momento di emergenza verrà superato.
Pordenone 16 marzo 2020.


UPPI Pordenone

 

§§§

V - 02 MARZO 2020

Si allegano gli articoli della stampa locale che hanno dato risalto all'assemblea dell'UPPI

 

Messaggero Veneto del 20/02/20

 

 

 

messaggero 21/02/20

 

gazzettino pordenone 21/02/20

 

§§§

IV - 21  FEBBRAIO 2020

 

ASSEMBLEA ANNUALE UPPI PORDENONE del 20/02/20

breve sintesi

Affollata l’Assemblea dell’UPPI, Unione Piccoli Proprietari Immobiliari di Pordenone, di giovedì 20.02.2020 presso la sala convegni dell’ASCOM di Pordenone.
Evidentemente, i numerosi temi fiscali che hanno notevole rilievo per la gestione degli immobili, stanno creando un forte interesse per la categoria.
In effetti, gli interventi del Presidente Kowalski e del rag. Andrea Zadro, si sono incentrati su quegli argomenti a partire dalla cedolare secca al 10% per le locazioni abitative come vigente dal 2014, rispetto a

2014, rispetto a tutti i comuni della provincia. Sul punto, infatti, esistono due diversi contrastanti orientamenti, in relazione al permanere o meno di tale beneficio, che necessitano di chiarimento.
Sull’argomento, inoltre è intervenuta, all’ultimo momento, la notizia per cui, nei comuni c.d. calamitati con popolazione fino a 10.000 abitanti, nel c.d. decreto mille proroghe, è stata prevista la applicazione della aliquota ridotta del 10% argomento, questo, rilevato proprio da una partecipante all’assemblea.
Rispetto alla cedola secca si è anche evidenziata la notevole attività che, attraverso la taske force dell’UPPI, è stata resa per la attestazione di conformità economica e normativa dei contratti di locazione. Si ricorda, infatti, che per la aliquota agevolata di c.s., viene richiesto, sia dall’Agenzia delle Entrate che dagli uffici tributi dei comuni, che l’Associazione confermi la regolarità di quei rapporti rispetto alla convenzione territoriale sui canoni di locazione.
Non meno interesse hanno suscitato i benefici fiscali previsti e confermati, relativamente ai vari bunus per gli interventi sugli immobili. In particolare il c.d. bonus facciate che permetterà di scaricare, nella forma di credi di imposta, fino al 90% nell’arco di 10 anni, i costi sostenuti. Come al solito numerosi i dubbi interpretativi: se il beneficio abbia a valere solo per le facciate visibili dalla via pubblica ed in che modo si estenda, in che modo riguardi interventi contestuali quali quelli per l’isolamento, per gli impianti inseriti nelle facciate, serramenti, opere di lattoneria ed altro.
Altrettanto interesse nei confronti degli altri benefici quali l’eco bonus, il bonus verde, sisma bonus, bunus mobili ed elettrodomestici.
Ulteriore attenzione, come di consueto, all’andamento del mercato immobiliare attraverso l’analisi dei vari dati che l’Associazione, da anni, raccoglie. In primis l’andamento delle locazioni che ha rilevato un dato sorprendente. Nella provincia, infatti, nel 2019 rispetto al 2018 sono risultati oltre 3500 rapporti in più e ciò per un totale di 13.195. Il dato non è di facile lettura. Da una parte infatti la maggior parte dei contratti riguarda le locazioni abitative atteso l’evidente stagnazione di quelle ad uso diverso. Uno dei motivi che potrebbe avere determinato una così consistente differenza, potrebbe derivare da un vero e proprio cambiamento delle abitudini del mercato. Ciò con la introduzione delle c.d. locazioni brevi. Anche nella ns. provincia, infatti, si sta espandendo il fenomeno, agevolato dalle piattaforme telematiche, rispetto a quel tipo di rapporto. Pertanto sta diventando frequente l’utilizzo, da parte di chi debba risiedere in città per motivi di lavoro o per partecipazioni ad eventi od altro, di quella forma di locazione. Evidente, quindi, che tali ultime hanno notevolmente incrementato il numero dei rapporti ancorchè per brevi periodi di tempo.
Anche le compravendite immobiliari di abitazioni hanno formato oggetto di esame. Si è riscontrato come i trasferimenti dalle imprese e, pertanto, di immobili nuovi, hanno segnato una consistente riduzione di circa 200 unità rispetto all’anno precedente. Si mantengono, al contrario, le compravendite tra privati e, quindi, di immobili usati.
Altro dato preso in esame è stato quello relativo al numero di sfratti per morosità che, negli ultimi 4 anni, hanno segnato una notevole riduzione rispetto agli anni passati. Evidente segnale quest’ultimo che la situazione delle locazioni abitative ha raggiunto un sostanziale equilibrio di sicurezza ed affidabilità economica.
Altrettanto interessate e seguito, l’intervento dell’assessore Amirante rispetto alle numerose opere pubbliche realizzate nello scorso anno ed in via di realizzazione per quello in corso. Evidente, infatti, l’interesse della proprietà immobiliare alla riqualificazione delle aree pubbliche il che comporta l’indubbia rivalutazione del patrimonio immobiliare.
A completamento dell’esame di tutti gli aspetti di cui sopra è intervenuto il segretario dell’Associazione, arch. Alberto Marchiori. Lo stesso ha fatto il punto sulla situazione di mercato rilevando e approfondendo gli andamenti rispetto alle singole categorie immobiliari ed al valore dei canoni di locazione con un approfondimento anche su aspetti di carattere generale, che pure hanno diretta ed immediata incidenza sul mercato degli affitti e delle compravendite.
Numerosi gli interventi dei partecipanti sia in ordine al disagio che le opere pubbliche determinano rispetto all’utilizzo degli immobili ed alla viabilità cittadina sia, in particolar modo, di approfondimento per i temi fiscali che erano stati affrontati.
Pordenone, 21 febbraio 2020.

UPPI Pordenone
- avv. Ladislao Kowalski -

clicca qui per vedere schema sfratti 19

clicca qui per vedere andamento locazioni 19

clicca qui per vedere mediazioni 19

 

 ...... e alcune foto dell'assemblea .......

 

                                      

 

 

 

  • III - 10 FEBBRAIO 2020

 

 

 

 

§§§

 

  • II - 24 GENNAIO 2020

La partecipazione è libera:

 

 

§§§

  • I - 07 GENNAIO 2020

La cedolare secca 2020 per i Comuni della provincia di Pordenone

         Con il 1 gennaio 2020 è sorto il problema di stabilire se sia rimasta in vigore la cedolare secca al 10% per i Comuni della provincia di Pordenone che godevano di tale agevolazione fiscale, anzichè quella ordinaria al 21%, a seguito di dichiarazione di stato di emergenza per eventi calamitosi. Si ricorda che tutti i Comuni della provincia rientravano in tale elencazione.

A seguito della modifica normativa introdotta dalla legge di bilancio 2020 art. 1 comma 6 la situazione è la seguente:

"Secondo Fisco Oggi, rivista on-line della Agenzia delle Entrate, che esprime pareri non vincolanti per l'Agenzia medesima, è rimasta in vigore la disposizione che prevede la cedolare secca al 10% per i Comuni c.d. calamitati (nel nostro caso, quindi, tutti i Comuni della provincia di Pordenone).

Secondo altra interpretazione (il Sole 24Ore di Lunedì 06.01.20), a seguito della scadenza del termine del 31/12/19 prevista dall'art. 9 comma 1 del DL 47/14, il beneficio per i Comuni calamitati sarebbe cessato. In questo caso, quindi, nella nostra provincia, l'unico comune che potrebbe godere della cedolare al 10 % sarebbe quello di Pordenone, mentre tutti gli altri godrebbero del 21%.

Dovrebbe rimanere in vigore, inoltre, la riduzione IMU al 75% ancorchè alla stessa sia stata accorpata la TASI. Ciò comporta la maggiorazione della percentuale dell'imposta tra il minimo dell'8,6 ed il massimo del 10,6 per mille. Tale disposizione dovrebbe rimanere valida per tutti i Comuni (si utilizza il condizionale, in via meramente prudenziale, ad evitare che qualcuno possa sostenere che l'accorpamento tra IMU e TASI abbia determinato un'imposta sostanzialmente diversa, ancorchè con il mantenimento dello stesso nome, per la quale non risulta prevista la riduzione).

E' di tutta evidenza che, al momento, l'opinione espressa da Fisco online, risulta provenire da una fonte particolarmente accreditata in relazione alle problematiche fiscali e, quindi, più credibile.

Fermo quanto sopra ed atteso che il primo versamento della cedolare secca è previsto al 30/06/20, sarà cura di questa Associazione comunicare la definitiva soluzione che verrà ad accreditarsi, in ordine all'indicato problema".

          Allo stato, pertanto, attese le informazioni e considerazioni svolte, si consiglia di mantenere la attestazione dei contratti di locazione abitativa per la conformità economica e normativa dei contratti medesimi.

           Ulteriori informazioni presso la sede UPPI.

                                                                                                                                                     UPPI Pordenone

                                                                                                                                        il pres. prov. avv. Ladislao Kowalski

 

§§§   §§§   §§§   §§§   §§§

  • XX - 20 DICEMBRE 2019

LA TRASFIGURAZIONE DELLA CEDOLARE SECCA

Il regime fiscale di cedolare secca per le locazioni abitative nei comuni che hanno subito eventi calamitosi (tutti quelli della provincia di Pordenone) e per le locazioni a d uso diverso, non è più stato riproposto nel documento di programmazione economica per l'anno 2020. Pertanto nella nostra (ex) provincia il regime di cedolare secca rimarrà solo per i contratti stipulati nel comune capolugo di Pordenone.

Roberto Moretti ha rappresentato la disperazione dei Piccoli Proprietari Immobiliari, a seguito dell'eliminazione, attraverso l'espressione di cui sopra.

L'autore si è ispirato ad una delle più efficaci manifestazioni del dolore umano, che l'arte abbia mai proposto.

Oltre all'urlo, di per sè rappresentativo della disperazione, emergono gli eventi: le case travolte da eventi geologici, l'alluvione, l'accumularsi di nuvole tempestose.

Emerge altresì, il disprezzo verso il beneficio appena eliminato, che rappresentava l'aspettativa delle persone nella vista del documento che lo conteneva, stracciato e gettato a terra.

Da ultimo, ma non meno importante, la inquietante presenza delle eminenze in scuro, senza volto e solo in figura. Nulla lasciano presagire di favorevole ed anzi capaci di attrarre, verso di loro ed incredibilmente, le anime dei perseguitati che, nella rappresentazione, sono le orme sul terreno prive dei corpi.

Il cromatismo nero e bianco accresce ancor di più il senso della tragedia.

Persone e municipi coinvolti nella sciagura.

Speriamo nel ravvedimento.

Bravo Moretti che al di là della tragicità dell'evento, ha così ben saputo proporre la vicenda che ci appassiona.

Con i migliori auguri, nonostante ciò, di BUON NATALE 

e FELICE ANNO NUOVO

ai piccoli proprietari di immobili  della provincia di Pordenone e del Fiuli Venezia Giulia

 

UPPI PORDENONE

Daniela Zussa Michele GianessiAlberto MarchioriLadislao Kowalski

 

§ § §

 

  • XIX - 13 DICEMBRE 2019

 

STANGATA SULLA CASA NELLA (ex) PROVINCIA DI PORDENONE

Comunicato stampa dell'UPPI di Pordenone sulla cedolare secca per le locazioni abitative ed ad uso diverso nel 2020.

clicca qui <stangata>

§§§

  •  XVIII - 11 DICEMBRE 2019

E' in atto la revisione del regime di cedolare secca (c.s.) per le locazioni (21% aliquota ordinaria per abitazioni e usi diversi, 10% per le abitazioni quale aliquota agevolata). In particolare:

locazioni abitative: su tutto il territorio nazionale per i contratti 4+4 si può godere dell'aliquota di c.s. al 21%;

per i comuni ad alta tensione abitativa (ATA), nella provincia di Pordenone, solo la città capoluogo, la c.s., secondo il disegno di legge in discussione del documento di programmazione economica, rimarrà al 10%. La riduzione al 75% di IMU e TASI salvo tali imposte non vengano modificate o accorpate e salvo non si provveda ad una norma che mantenga il beneficio. I benefici vanno provati attraverso le attestazioni rilasciate dalle OO fimatarie dell'accordo territoriale tra cui l'UPPI;

per i comuni c.d. "calamitati", nella nostra provincia tutti i 50 comuni che la compongono, la c.s. al 10% è prevista sino al 31/12/19. In caso di mancata proroga l'aliquota sarà quella ordinaria del 21%. Per IMU e TASI varrà quanto sopra;

locazioni ad uso diverso: da notizie di stampa pare che non verrà prorogata la cedolare secca al 21% per le locazioni ad uso diverso.

PERTANTO, AL MOMENTO, PER SAPERE DEFINITIVAMENTE QUALI SARANNO I REGIMI DI CEDOLARE SECCA ED ALTRE IMPOSTE, PER LE LOCAZIONI ABITATIVE ED USO DIVERSO, BISOGNA ATTENDERE L'APPROVAZIONE DEL DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ECONOMICA (ex finanziaria).

clicca qui per vedere l'articolo "cedolare secca"

§§§

  • XVII - 25 NOVEMBRE 2019

 

Appello al ministro quale parlamentare del FVG

Alleghiamo la copia della comunicazione inviata al ministro Patuanelli in ordine alla cedolare secca al 10% per i comuni della nostra regione che, in quanto individuati come soggetti ad eventi calamitosi, potranno godere, fino al 31/12/19, della aliquota ridotta anzichè quella del 21%.

clicca qui <lettera al ministro>

 

  • XVI - 25 NOVEMBRE 2019

Presentazione Borsino Immobiliare FIMAA giovedì 28 novembre 2019 ore 17.00 Palazzo Montereale Mantica, Corso Vittorio Emanuele n. 56 - Pordenone

La partecipazione è libera e gradita.

Seguirà rinfresco.

 

 

  • XV - 13 NOVEMBRE 2019

Interessante incontro sui temi del commercio che hanno diretta conseguneza sulle locazioni dei negozi.

La partecipazione è libera.

 

 

  • XIV - 08 OTTOBRE 2019

Nei giorni venerdì 22 e sabato 23 novembre 2019 si terrà in Torino il Congresso Nazionale dell'UPPI dal titolo "La casa: una tradizione per il futuro" e sottotitolo "Riflessioni tecnico giuridiche".

Pertanto si informa che nelle indicate giornate la sede rimarrà chiusa.

§§§

 

  • XIII - 01 OTTOBRE 2019

Per l'aggiornamento dei canoni di locazione si pubblica la percentuale ISTAT dei seguenti mesi (variazione rispetto al corrispondente mese dell'anno precedente):

GENNAIO            0,7          riduzione al 75%          0,52

FEBBRAIO           0,8          riduzione al 75%          0,60

MARZO               0,8          riduzione al 75%          0,60

APRILE               0,9          riduzione al 75%          0,67

MAGGIO             0,7          riduzione al 75%          0,52

GIUGNO             0,5          riduzione al 75%          0,37

LUGLIO              0,2          riduzione al 75%          0,15

AGOSTO            0,3           riduzione al 75%          0,22

SETTEMBRE    i relativi dati verranno comunicati dall'Agenzia dopo il 16/10/19

 

 

§§§

 

  • XII- 01  AGOSTO 2019

Si comunica che la sede dell'U.P.P.I. di Pordenone

riaprirà, venerdì 30 AGOSTO 2019

 

 §§§

 

  •  XI - 28 MAGGIO 2019

DOVE SEI EUROPA? Come L'Europa ci semplifica la vita.

Lunedì 10 giugno 2019, Palazzo Montereale Mantica, Corso Vittorio Emanuele II n. 56, Pordenone, ore 15 e segg.

scarica invito e prenotati

§§§

  • X - 06 MAGGIO  2019

Intervista sugli affitti per i negozi nel centro città.

scarica foto articolo

§§§

  • IX - 19 APRILE 2019

Si rende noto il messaggio di auguri pasquali per il 2019 da parte del presidente nazionale UPPI avv. Gabriele Bruyere

messaggio di Pasqua del presidente Bruyere

 

§§§

  • VIII - 17 APRILE 2019

I migliori auguri da parte della sede UPPI di Pordenone a tutti gli iscritti all'Associazione ed ai piccoli proprietari di immobili della provincia di Pordenone

                                                                          UPPI Pordenone

§§§

 

  • VII - 05  MARZO 2019

La legge finanziaria per il 2019 (Legge 30.12.18 n. 145 art. 1 comma 59) ha introdotto il regime di cedolare secca per le locazioni di negozi e botteghe. In sinstesi si indicano (con una serie di dubbi interpretativi) le modalità di applicazione della disposizione:

     a - decorrenza del contratto 01.01.19 (anni successivi?);

     b - estensione della disposizione sull'intero territorio nazionale;

     c - locatore persona fisica, conduttore anche persona giuridica (da verificare);

     d - immobili C/1 con pertinenze (dubbio in ordine alla individuazione delle medesime, solo cat. C o anche altre ?);

     e - superficie sino a mq 600 escluse pertinenze;

     f - regime fiscale per la durata del rapporto (tipicamente anni 6 rinnovo?);

     g - aliquota al 21% in sostituzione di IRPEF ed addizionali;

     h - no registro, bollo, registrazione gratuita dell'originario contratto ed eventuali proroghe o cessazioni anticipate;

     i - rinuncia all'aggiornamento del canone e preventiva comunicazione se l'opzione è esercitata in corso di rapporto.

Ogni ulteriore informazione presso la sede UPPI. Per approfondimento leggi "La cedolare secca nelle locazioni di negozi e botteghe", di Ladislao Kowalski, sul portale CONDOMINIOELOCAZIONE pubblicato da  Giuffrè Francis Lefebvre.

 §§§

  • VI - 22 FEBBRAIO 2019

Si è tenuta, venerdì 22 febbraio 2019, la trasizionale assemblea dell'UPPI di Pordenone. Dopo i saluti di apertura da parte del presidente, ha preso la parola l'assessore all'urbanistica ed edilizia privata del comune di Pordenone, l'ing. Cristina Amirante. La stessa ha sottolineato i diversi aspetti che l'Amministrazione ha considerato rispetto alle decisioni da assumere per l'adeguamento della città ai momenti attuali. Si tratta, infatti, di considerare, fra l'altro, la diminuzione delle natalità, la necessità di limitare nuove costruzioni ed il consumo del suolo, la rigenerazione del patrimonio immobiliare esistente aspetti tutti che richiedono una grande flessibilità delle disposizioni regolamentari.

Si sono poi esaminati, con l'intervento del rag. Marco Zadro, gli aspetti fiscali per il 2019 con particolare interesse al regime fiscale di cedolare secca già previsto per le abitazioni e, per il 2019, esteso anche ai contratti di negozi e botteghe.

Sono stati presentati i risultati delle indagini statistiche, raccolti dall'Associazione, in relazione ad alcuni rilevanti aspetti del mercato immobiliare, riscontrati sul territorio della provincia,  rilevando significativi numeri in aumento per compravendite e locazioni e forte riduzione degli sfratti (v.si le schede sub IV).

Un'ampia relazione in ordine all'attuale situazione del mercato immobiliare è stata resa dall'arch. Marchiori segretario provinciale dell'UPPI.

L'assemblea si è poi conclusa con gli adempimenti statutari e un buffet che ha completato l'incontro.

Seguono alcune foto dell'incontro.

 

                                                       

                                                                             

 

§§§

  •  V - 21 FEBBRAIO 2019

 Per l'aggiornamento dei canoni di locazione, la percentuale dell'ISTAT, gennaio 18 - gennaio 19, è pari al + 0,9%, riduzione al 75%, 6,8%.

Si ricorda che i contratti di locazione assoggettati  alla cedolare secca non sono soggetti alla rivalutazione ISTAT.

§§§

  • IV - 18 FEBBRAIO 2019

Nel corso dell'assemblea annuale dell'UPPI di Pordenone saranno resi noti alcuni dati relativi al settore immobiliare utili al fine di comprendere quale sia l'attuale andamento del numero di contratti di locazione, di compravendita, sfratti ed anche in relazione ai contenziosi nelle materie delle locazioni e del condominio.

Clicca di seguito per scaricare le singole tabelle:

  • scarica NUMERO DI CONTRATTI DI LOCAZIONE STIPULATI NELLA PROVINCIA DI PORDENONE PER IL 2018 E RAFFRONTO CON GLI ANNI PRECEDENTI;
  • scarica NUMERO DI CONTRATTI DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI AD USO ABITATIVO NELLA PROVINCIA DI PORDENONE PER IL 2018 CONFRONTO CON GLI ANNI PRECEDENTI;
  • scarica ANDAMENTO DEI PROCEDIMENTI DI CONVALIDA ED ESECUZIONE DEGLI SFRATTI NELLA PROVINCIA DI PORDENONE E CONFRONTO CON GLI ANNI PRECEDENTI;
  • scarica ANDAMENTO DELLE PROCEDURE DI MEDIACONCILIAZIONE NEI CONTENZIOSI IN MATERIA DI LOCAZIONE E CONDOMINIO PER L'ANNO 2018 E CONFRONTI CON GLI ANNI PRECEDENTI (dati Organismo di Mediaconciliazione di Pordenone).

§§§

 

  • III - 08 FEBBRAIO 2019

Si terrà VENERDì 22 FEBBRAIO 2019 alle ore 17.30 presso la Sala dei Convegni dell'ASCOM CONFCOMMERCIO di Pordenone, Piazzale dei Mutitalti n. 4 (zona San Valentino) l'assemblea annuale dell'UPPI di Pordenone.

La partecipazione è libera.

Seguirà alle ore 19.00, buffet.

Cliccare il link per scaricare il programma.

                                                                             UPPI PN

 

SCARICA INVITO 

§§§

 

  • II - 01 GENNAIO 2019: approvata la cedolare secca al 21% per le locazioni dei soli immobili C/1 (negozi e botteghe). 

La finanziaria 2019, Legge 30.12.18 n. 145 entrata in vigore il 01.01.19, ha disposto al comma 59 dell'art. 1: 

"Il canone di locazione relativo ai contratti stipulati nell'anno 2019, aventi ad oggetto unità immobiliari classificate nelle categorie C/1, di superficie sino a 600 mq, escluse le pertinenze, e relative pertinenze locate congiuntamente, può in alternativa rispetto al regime ordinario vigente per la tassazione del reddito fondiario ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, essere assoggettata al regime della cedolare secca, di cui all'art. 3 del Dlgs 14.03.11, n. 23 (testo in questo sito sub NORMATIVA), con l'aliquota del 21%. Tale regime non è applicabile ai contratti stipulati nell'anno 2019, qualora alla data del 15.10.18 risulti in corso un contratto non scaduto, tra medesimi soggetti e per lo stesso immobile, interrotto anticipatamente rispetto alla scadenza naturale."

 

§§§

  • I - 01  GENNAIO  2019: è stato fissato l'interesse legale per il 2019 allo 0,8% (G.U. 291 del 25/12/18). Per l'anno precedente era lo 0,3%. Si ricorda che tale interesse va riconosciuto a fine anno sul valore del deposito cauzionale.

§§§

 

 

L'U.P.P.I. è chiuso per le festività Natalizie e di fine anno.

Riaprirà martedi 8 gennaio 2019 con il consueto orario

 

 

invito_programma borsino Immobiliare 2018/19

 

 Pordenone, 30 ottobre 2018                                Pordenone, 31 ottobre 2018

Noncello, il picco, ponte Adamo ed Eva           Noncello, il deflusso, ponte Adamo ed Eva

            

Pordenone, 30 ottobre 2018, Via SanMarco, Codafora

 

Pordenone, 04 novembre 2018 - l'imbarcadero del Noncello, il pioppo caduto

 

 

Dove
Sede Provinciale di Pordenone
Via Beato Odorico n 10
Cond S. Giorgio - 1°
33170 - Pordenone
Contatti
Tel 0434.520004
E-mail uppipn@libero.it
 
PI 01256000934
CF 91005320931
Policy, Privacy, Cookies
Credits