Questo sito utilizza cookies per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando Accetta se ne consente l'utilizzo. Leggi L'informativa Cookies
 
Attestati di rispondenza

Istruzioni per attestati di rispondenza ex D.M. 16/01/2017

  • i contratti di locazione abitativa convenzionati stipulati nel Comune di Pordenone possono godere del regime di cedolare secca al 10% ;
  • ciò a valere per le aree ad alta tensione abitativa (per la nostra Provincia solo il capoluogo di Pordenone) e per i comuni per i quali sia stato dichiarato lo stato di emergenza a seguito di eventi calamitosi nel periodo compreso tra il 01/03/2015 ed il 29/02/2020 ai sensi del DL  30/12/19 n. 162 convertito nella L. n. 8 del 28/02/20 (in precedenza tutti i Comuni della Provincia di Pordenone ai sensi del DL 47/14 art. 9 comma 2 bis);.
  • vedi elenco dei comuni in calce. Sono esclusi dal regime di cedolare secca (no IMU e TASI), per l'anno 2020, i comuni con una popolazione superiore a 10.000 abitanti che sono:  Sacile, Cordenons, Azzano Decimo, Porcia, San Vito al Tagliamento, Fontanafredda, Spilimbergo, Maniago e Fiume Veneto;
  • per tale regime serve l’attestazione di conformità economica e normativa del contratto alla convenzione territoriale;
  • l’UPPI di Pordenone, per i comuni della provincia, rilascia detta attestazione nel seguente modo:

    1. il richiedente può scaricareil modulo di richiesta dell’attestazione.
    2. Il modulo va compilato indicando:
      - dati anagrafici del richiedente;
      - dati anagrafici del delegato;
      - dati anagrifici del conduttore;
      - dati catastali delle unità soggette alla locazione;
      - dati metrici;
      - compilare con le crocette la parte riguardante le carattersitche dell'immobile;
      - sottoscrizione del richiedente, del delegato e del conduttore;
    3. compilato il modulo dovrà essere richiesta la fissazione  dell’appuntamento, a mezzo telefono, presso la sede per ottenere l’attestazione (0434 520004 orari vedi home page);
    4. l’attestazione verrà rilasciata a seguito del controllo, da parte dell’incaricato, della corrispondenza economica e normativa del contratto;
    5. a tali fini si raccomanda di attenersi scrupolosamente al testo del “tipo di contratto” (allegato A, allegato B, allegato C al DM Infrastrutture 16/01/17):
      - in caso di modifiche o introduzione di clausole in contrasto con quel testo non verrà rilasciata l’attestazione.
      - eventuali clausole aggiuntive, purchè non in contrasto con il contenuto del tipo di contratto, andranno inserite alla  fine del contratto,
      -  chi intende optare  per la cedolare secca deve inserire, nel testo del contratto, la opzione nedesima con la contestuale rinuncia all'ISTAT;
    6. in occasione dell’appuntamento presentare presso la sede dell'UPPI che ne tratterrà copia:
      - la richiesta di attestazione in originale;
      - copia del contratto sottoscritto dalle parti;
      - copia della carta di identità del richiedente e del delegato;
      - certificazione energetica; (per sola presa visione)
      - visura catastale; (per sola presa visione);
    7. l’attestazione verrà rilasciata agli associati in regola con il contributo associativo;
    8. si raccomanda di ottenere l’attestazione in tempo utile per la registrazione (gratuita) del contratto;
    9. l’attestazione non comprende, per i non iscritti, salva l’opera di accertamento della corrispondenza, attività di consulenza o informativa circa il contenuto, esecuzione e le disposizioni regolanti il rapporto;
    10. la consulenza informativa per le locazioni (tipologia canone, durata, forma, condizioni …) viene fornita gratuitamente agli associati in regola con la quota di iscrizione annuale. I non associati provvederanno ad assumere tali informazioni dai rispettivi consulenti;
    11. l’eventuale richiesta di stipula e redazione del contratto verrà eseguita, al di fuori dell’attività dell’Associazione, da parte di un professionista con corresponsione del compenso professionale da concordare, con lui, volta per volta.

ELENCO COMUNI (tratto dalla Ordinanza Capo Dipartimento Protezione Civile, OCDPC,  n. 558 del 15/11/18, salvo aggiornamento richiesto all'assessorato alla Protezione Civile del FVG del 04/03/20) in ordine alfabetico:

  1. Andreis
  2. Arba
  3. Aviano
  4. Barcis
  5. Brugnera
  6. Caneva
  7. Castelnovo del Friuli
  8. Cavasso Nuovo
  9. Cimolais
  10. Claut
  11. Clauzetto
  12. Erto e Casso
  13. Fanna
  14. Frisanco
  15. Meduno
  16. Montereale Valcellina
  17. Morsano al Tagliamento
  18. Pasiano di Pordenone
  19. Pinzano al Tagliamento
  20. Polcenigo
  21. Prata di Pordenone
  22. San Giorgio della Richinvelda
  23. San Leonardo Valcellina
  24. San Quirino
  25. Sequals
  26. Tramonti di Sopra
  27. Tramonti di Sotto
  28. Travesio
  29. Vito d'Asio
  30. Vivaro
  31. Zoppola

 

(ultimo aggiornamento  al 16/03/20)

Dove
Sede Provinciale di Pordenone
Via Beato Odorico n 10
Cond S. Giorgio - 1°
33170 - Pordenone
Contatti
Orari di apertura al pubblico
lunedì 17.00 - 19.00
martedì 16.00 - 18.00
venerdì 17.00 - 19.00

Tel 0434.520004
E-mail uppipn@libero.it
 
PI 01256000934
CF 91005320931
Policy, Privacy, Cookies
Credits